La debolezza dei macroindici disegna spaventosi confronti con il Wall St. Crash, esattamente 91 anni prima del giorno in cui i mercati hanno cominciato a morire.

Bitcoin (BTC) potrebbe testare 10.000 dollari, ma ulteriori perdite non sarebbero insolite, dice un asset manager nel 90° anniversario del crollo del Wall St.

In un tweet del 4 settembre, Raoul Pal ha detto che le ultime 24 ore di calo dei prezzi della BTC non sono state niente di insolito.

Pal occhi Bitcoin opportunità di acquisto

„Nei cicli di tori post-Halving, bitcoin può spesso correggere il 25% (anche il 40% + nel 2017), buttando fuori i trader a breve termine (o dando ai trader swing un colpo al lato corto)“, ha scritto.

„Ognuna di queste è stata un’opportunità di acquisto“. Opportunità DCA in vista?“

Pal si riferiva all’investimento in dollari, che comporta l’acquisto di una certa quantità di Bitcoin Revolution a intervalli regolari per costruire lentamente un portafoglio.

Come ha osservato il Cointelegraph, la pratica ha visto una comprovata redditività per BTC, e la rete di pagamento Square l’ha lanciata quest’anno come una caratteristica dei consumatori.

Confrontando le perdite di giovedì anche con i recenti prelievi dai massimi locali, il Bitcoin è andato meno male nel contesto di quanto gli indici dei prezzi suggerirebbero.

Un effetto a catena delle perdite è stato comunque un drammatico cambiamento nel sentimento degli investitori, secondo il Crypto Fear & Greed Index. L’Indice, pochi giorni fa saldamente nella sua zona di „avidità“, è sceso di oltre 30 punti su 100 il venerdì per attestarsi a 40 o „paura“ per la prima volta da luglio.

I mercati hanno colpito il Grande Crash del 1929

Mentre gli analisti continuano ad osservare il potenziale di calo di BTC/USD per colmare il gap dei futures a 9.700 dollari, in tutti i macro mercati, si stanno manifestando segnali storici inquietanti.

Come ha osservato il commentatore Holger Zschaepitz venerdì 4 settembre, il 4 settembre, sono trascorsi 91 anni dal giorno in cui i mercati hanno iniziato la loro rapida discesa durante il Muro. San Crash.

„Solo per mettere le cose in prospettiva: Dopo i favolosi guadagni in borsa negli anni ’20, il crollo è iniziato proprio il 4 settembre 1929“, ha twittato.

Proprio come il 2020, l’evento seguì diversi mesi di ripresa delle azioni, con l’economista Irving Fisher che, poco prima, diceva infamato che le azioni avevano „raggiunto quello che sembra un altopiano permanentemente alto“.

Le parole di Zschaepitz arrivano mentre altri mettono in guardia sulla salute dell’oro, dell’argento e dell’indice valutario del dollaro. Nel caso di quest’ultimo, dopo giorni di guadagni che hanno coinciso con la pressione di vendita dei prezzi Bitcoin, sta arrivando la resistenza, dice l’analista del Cointelegraph Markets filbfilb.

„Attento a questa discarica, ha messo in guardia gli abbonati del suo canale di trading Telegram.

Gli altri mercati sono agli sgoccioli“. Se sopravvivono, allora probabilmente qui andrà tutto bene“. Se sono una mega discarica, non si vuole essere pesantemente sfruttati a lungo“.

Al momento della pubblicazione, Bitcoin ha scambiato circa 10.400 dollari dopo un modesto rimbalzo dai minimi di 10.090 dollari, con perdite giornaliere ancora vicine al 9%.